Stroscia di Pietrabruna

strosciaLa stroscia e’ un tipico dolce ligure, molto semplice, con farina, olio e vermouth.

Impastare 500 gr di farina, 250 di olio EVO, 125 di zucchero, 125 di vermouth (o Marsala eventualmente), la scorza di un limone e 1/2 bustina di agente lievitante.

Stendere l’impasto, che risulterà molto compatto, in una tortiera da 28 cm leggermente unta con dell’olio e schiacciandolo con i polpastrelli.
Cercate di stenderla alta non più di un centimetro, altrimenti tenderà a rimanere troppo morbida all’interno, perdendo la sua caratteristica croccantezza.
Cospargere la superficie con abbondante zucchero (di canna).
Cuocere in forno a 180 °C per 30 minuti circa.

Sfornare la stroscia e lasciarla raffreddare prima di consumarla.

La Stroscia non va tagliata ma “strosciata”, rotta, come la sbrisolona mantovana.

Sfogliatine (Vincenzi)

sfogliatinePrendete un rettangolo di sfoglia e dividete a metà, in una meta’ spennellate molto fine della marmellata di albicocche,

coprire con l’altra metà,
fate adesso dei taglietti stando attenti a non tagliare la seconda sfoglia.

Tagliate delle strisce simili alle sfogliatine.

Adesso spennellate questi rettangoli con la marmellata e poi in freezer fino a quando la marmellata non è ben indurita.

Preparate nel frattempo la glassa, andando a montare 150gr di zucchero a velo e 1 albume. Questa glassa la spennellate leggera sui rettangoli , dopodiché in forno statico a 200*15

Torta limone e mascarpone

limone e mascarpone
350gr di mascarpone
130gr di zucchero 
3 Uova
125 gr di yogurt (al limone)
Succo è scorza grattugiata di 1 limone
100gr di farina o maizena

Montare il mascarpone con lo zucchero, unire un uovo intero alla volta fino al completo assorbimento. Aggiungere il resto. (Non c’e’ lievito, non e’ un errore)

Imburrate uno stampo per torta da 18 e infornate a 180° per 40min. Lasciate raffreddare e spolverate con zucchero a velo.

Farina e Farine

Tipi di farinaPer irrobustire una farina (alzare il fattore W), si puo’

  • aggiungere 50 gr di succo di limone ad un chilo di farina, scalandolo dall’acqua
  • aggiungere 10 gr di farina di ceci per ogni chilo di farina
  • aggiungere 50 grammi di glutine (Buzasiker) per ogni chilo di farina

le farine a W alto, hanno una struttura glutenica (maglia) piu’ forte. Quindi il prodotto non si ammoscia (Pane, panettone, dolci, …)

Le farina a W debole sono ideali per i biscotti

https://blog.prevenzioneatavola.it/2018/03/14/tipologie-farina-differenze/

http://www.lievitonaturale.org/farine_pane.php

 

Panna Cotta di Ricotta ed Asparagi

Asparagus-and-Ricotta-Panna-Cotta-5ASPARAGUS AND RICOTTA PANNA COTTA WITH BACON AND ALMOND CRUMB

INGREDIENTS

  • BACON AND ALMOND CRUMB

  • 1/4 cup almond meal
  • 1/2 tablespoon butter
  • 1/4 teaspoon salt
  • 50g bacon, minced
  • ASPARAGUS AND RICOTTA PANNA COTTA

  • 2 bunches mini asparagus spears, steamed till tender
  • 1 cup ricotta
  • Zest 1 lemon
  • 1/2 cup milk
  • 1 and 1/4 cup cream
  • 1/2 teaspoon salt
  • 2 and 1/2 gelatine leaves

DIRECTIONS

BACON AND ALMOND CRUMB

Melt butter in a small frypan over low heat. Add almond meal and cook, stirring constantly for 5-6 minutes until golden and toasted. Transfer to a small bowl and add salt. Wipe pan with a paper towel and return to a low heat. Add the bacon and cook for 5-6 minutes until golden then add to the bowl with the almond and stir until well combined.

Divide the almond and bacon mixture between 6 jelly moulds (or ramekins if not planning to serve unmolded) and press it down with a spoon or small shot glass base until it evenly covers the base of the moulds. Set aside.

ASPARAGUS AND RICOTTA PANNA COTTA

In a medium-sized bowl place asparagus spears (reserving a few asparagus spear tops to serve), ricotta, lemon zest and salt. Use a stick blender and blitz until completely smooth. Set aside.
Bring cream and remaining milk to the boil over medium heat. The moment the mixture has boiled, remove from the heat.

Meanwhile, in a shallow bowl, cover the gelatine leaves with water to soften for 5 minutes. Once softened, remove the leaves making sure you squeeze out the excess water, then add them to the cream mixture and stir well until all the gelatine has dissolved.

Once dissolved, pour the panna cotta mixture through a sieve (to make sure no gelatine remains) and into the ricotta mixture. Stir well till combined and transfer the whole mixture to a pouring jug. Carefully and evenly transfer the mixture to the moulds or ramekins.

Cover the moulds and place in the fridge for at least 6 hours (and up to 3 days). Once set unmold (or leave in ramekins) and serve with reserved asparagus tops.

Spaghetti alla crema di ricotta, basilico e pistacchi con pomodorini

spaghetti pistacchio basilicoIngredienti:
150g di ricotta
12/14 foglie di basilico
1 manciata di pistacchi 
40g parmigiano
40ml olio evo (+ extra)
sale e pepe q.b.
200g di spaghetti
1 spicchio d’aglio

Procedimento:
In una scodella unire la ricotta, 8/9 foglie di basilico, 1 manciata di pistacchi (40g circa), 40g di parmigiano, 40ml d’olio evo, 1 pizzico di sale ed 1 pizzico di pepe. Frullare il tutto con un minipimer. Nel frattempo, mettere gli spaghetti a cuocere in abbondante acqua bollente salata. Rosolare per 3/4 min i pomodorini tagliati a metà in una padella con dell’olio evo ed 1 spicchio d’aglio. Rimuovere l’aglio, aggiungere gli spaghetti al dente, la crema di ricotta, basilico e pistacchi e mantecare con 4/5 foglie di basilico, granella di pistacchi (basta tritarli), acqua di cottura quanto basta. 

Decorare con una foglia di basilico e della granella di pistacchi, servire caldo